Articoli

Racconti di Campagna e di Cucina

Ecco fresco di stampa il libro che avevo in cantiere da tanto tempo!

Questi mesi di assenza dal blog sono stati impegnati per la stesura definitiva del testo.
Perché questo libro quando c’era già un blog dove scrivere anche storie e racconti?
Forse la gente della mia età ha bisogno della carta per esprimersi al meglio.
Il libro non richiede cavi di alimentazione, batterie o elettricità.
Una volta stampato lo porti ovunque e non chiede nulla.
Credo che blog e libro si possano integrare come forme diverse di espressione e rappresentino una grande opportunità d’informazione per le persone.
Tornando al libro, spero che abbiate il tempo e la voglia di leggerlo.
Le storie raccontate sono esperienze della mia vita. Le ricette alcune note altre inedite. Il tutto dentro i principi del bello, buono, sano e semplice che caratterizza il mio modo di vedere il cibo.
Il libro da pochi giorni è presente nelle librerie e in molte edicole.

Marzo

I negozi del centro di Udine hanno nel corso degli ultimi anni subito una vera e propria metamorfosi.
Gli esercizi storici che davano l’idea di solidità e serietà hanno chiuso i battenti lasciando il posto a nuove realtà… il segno dei tempi.
La scorsa settimana passeggiando in via Mercato Vecchio mi sono imbattuta in un negozio di frutta e verdura con la merce esposta all’aperto piena di colore e freschezza.
Il negozietto Vecchio fienile sostituisce un negozio di fotografia che mio marito ben conosceva, ed è gestito da due giovani. Mi ha dato un senso di gioia, la sensazione che Udine nonostante l’imperversare della crisi, sia viva, con persone che vogliono ancora mettersi in gioco e la foto di copertina ritrae proprio l’offerta di questo piccolo fruttivendolo.

Cupcakes

I dolcetti della foto sono i cupcakes, tipici dolci americani che sostituiscono le nostre paste di pasticceria. Questa foto è stata scattata presso la Pasticceria Magnolia: una delle più antiche di New York.
Visitare questo posto è come fare un tuffo nel passato. L’edificio e gli arredi sono quelli di un tempo mentre le macchine che sostituisco il lavoro più pesante del pasticcere sono dei giorni nostri. Lo spazio è molto piccolo e si può solo prendere dolci per asporto per consumarli magari seduti nel vicino parco dove mentre si gusta un cupcake si può fare una partita a scacchi sulle scacchiere disegnate sui tavolini.
Come avete potuto constare ritorno dopo una lunga pausa…
Ho trascorso un lungo periodo a EDGEWATER nel New Jersey. Da questa cittadina si gode una magnifica vista su Manhattan. Si possono fare lunghe passeggiate lungo il fiume Hudson e raggiungere Manhattan in battello, con un tunnel, l’autobus o attraversando il ponte G. Washington “un gigante” che unisce le due sponde.
Di questa esperienza avrò modo di raccontare nelle ricette che ho realizzato durante il mio viaggio.

Lucio

Da oltre due mesi non scrivo su questo blog. Mi mancava la forza di riprendere un’attività che mi dà piacere.
Il 19 giugno Lucio, mio marito, mi ha lasciata per sempre.
Non sono servite le cure, né le attenzioni, né l’amore… la malattia ha avuto il sopravvento.
Lucio era tanto importante per me e anche per questo blog. Sue sono la maggior parte delle fotografie e suoi sono i pareri che dava ad ogni mio piatto. non privi di critiche ma anche di tanti incoraggiamenti. Quando stava bene correggeva le bozze delle ricette e spesso tagliava e metteva punti di domanda che mi costringevano a semplificare o rivedere quanto scritto.
Lui non amava cucinare, a questo, secondo lui, bastavo io, e quindi se la ricetta era chiara per lui eravamo sicuri che il procedimento era chiaro per tutti.
Ho conosciuto mio marito a 19 anni, l’ho sposato a 20 e siamo rimasti assieme 41 anni. Il nostro incontro è stato veramente felice e niente sarà più come prima.
Non so come potrà essere la mia vita da ora in avanti ma so per certo che lui non vorrebbe che mi arrendessi né che mi lasciassi sopraffare dalla tristezza. Ora ho tanta nostalgia e un grande vuoto, ma spero di riuscire a non deluderlo.
Con oggi riprendo a scrivere e spero che ancora una volta la cucina mi aiuti a mantenere quelle relazioni utili a non diventare una vecchia sola e incattivita.

Menù di Natale 2014

Il menù che vi propongo mette insieme sapori e tradizioni provenienti da più luoghi.
L’antipasto e il primo piatto sono legati al Friuli e alle sue tipicità, mentre per il secondo e il dolce il punto di riferimento è la cucina francese.
Per una buona organizzazione del pranzo potete far riferimento a quanto consigliato.

Mini torri di trota salmonata
Cjalsons
Vitello all’uva
Tronchetto di Natale

Dicembre: Profumo di Biscotti

I biscotti potrebbero essere definiti il simbolo del mese di dicembre.
Preparare in casa biscotti nel periodo dell’Avvento è un’operazione che invoglia anche chi di solito non ama cucinare. Le giornate fredde, che finiscono presto, qualche fiocco di neve, inducono a desiderare il calduccio della cucina, a profumare gli ambienti di vaniglia, di spezie, di frutta secca, di voglia di stare insieme.
I biscotti possono essere un regalo simpatico e poco costoso per gli amici, inoltre scambiarsi ricette e assaggi è un bel modo di socializzare senza troppe formalità.
Possono anche rappresentare un regalo importante se la varietà dei biscotti è numerosa, se la scatola nella quale li sistemiamo è preziosa con una decorazione curata.
Per i bambini poi, è un modo costruttivo di impegnare le lunghe giornate di vacanza del periodo natalizio.
Quando Andrea (mio figlio) aveva sei anni abbiamo iniziato a preparare assieme i biscotti di Natale. Questa tradizione è continuata grazie alla presenza dei miei nipoti che nonostante ormai siano all’università, e uno prossimo alla specializzazione in Medicina, trovano ancora divertente partecipare a questo rito e portarsi a casa una piccola scorta di dolcezze per i giorni di festa. Lo scorso anno, mio figlio era negli Stati Uniti e non tornava per Natale; Luca ed Enrico, i miei nipoti, sapevano che questo rappresentava per me motivo di malinconia, così mi hanno proposto di organizzare una giornata tutta dedicata ai biscotti. Abbiamo preparato assieme ben sette varietà così ho potuto regalarne a varie persone, averne una bella scorta per le feste e spedirne un po’ anche a mio figlio.
Mi ero organizzata preparando il giorno prima i vari ingredienti già dosati per ogni tipologia di biscotto, così il giorno stabilito, alla mattina presto sono arrivati Luca ed Enrico e abbiamo messo subito “le mani in pasta”. Al termine della giornata avevamo preparato circa 10 kg di biscotti: i dolcetti e il loro profumo invadevano tutta la casa!
Sono stata molto soddisfatta del risultato, e soprattutto d’aver potuto nuovamente provare, assieme a mio marito Lucio, la gioia di avere la casa riecheggiante di voci festose di ragazzi, che ci hanno fatto pesare un po’ meno la lontananza di nostro figlio…

Tavole D’Estate, Racconto di un viaggio in California

La California per la mia generazione rappresenta il luogo mitico e simbolico della libertà.
Il 23 agosto 2013 è stata l’occasione per intraprendere il viaggio più volte immaginato con mio marito.
Questo vuole essere un racconto di viaggio che ha come filo conduttore il cibo.
Il primo giorno appena arrivati, grazie alle 9 ore in meno rispetto all’Italia, nonostante il lungo viaggio in aereo, dopo esserci sistemati in albergo e aver recuperato una macchina a noleggio ci siamo trovati l’intero pomeriggio davanti a noi.
Partenza quindi verso Venice Beach una delle famose spiagge di Los Angeles.
La spiaggia molto ampia di sabbia fine e come d’abitudine negli USA senza lettini e ombrelloni, rende più viva la sensazione di libertà.
Il lungomare pedonale caotico e popolare è un susseguirsi di negozi turistici e farmacie che vendono “ marijuana terapeutica”. In questo caos si è materializzato ai nostri occhi un piccolo ristorante “Venice Ale House” tutto in legno pieno di giovani vocianti che reclamizzava prodotti biologici e naturali.
Ci siamo seduti e abbiamo assaporato una bibita naturale a base di radice di zenzero un hamburger accompagnato da una particolare insalata e deliziose salsette.
La prima parte del nostro viaggio è stata caratterizzata da questo prodotto tipico dei fast food che in alcuni ristoranti della California si trasforma in prodotto di qualità per la ricerca delle materie prima e della cottura.
La seconda esperienza in tal senso è stata al ristorante “Eveleigh “sul Sunset Boulevard tra Hollywood e Beverly Hills. La giornata era molto calda e quando abbiamo visto passeggiando l’ingresso del posto che ricordava un pergolato di un fresco giardino, siamo entrati senza preoccuparci delle segnalazione nelle guide.
L’ambiente interno si presentava intimo e familiare, con strutture in vecchio legno e poltroncine di ottimo tessuto vissute e accoglienti.
Il panino era fragrante e la carne ottima. Ci siamo fatti una bella mangiata che ha soddisfatto anche la cena.

Continue >>>

Dolcetti per “Giardini Aperti”

Il 19 maggio come previsto si è realizzato l’evento “Giardini Aperti”.
La giornata è iniziata sotto una pioggia battente e ha visto i visitatori munirsi di stivali e ombrelle. Fortunatamente nel pomeriggio la situazione è migliorata e verso sera il sole ha illuminato le piante e le rose.
Questa esperienza mi ha insegnato che gli appassionati di giardinaggio non si fermano neppure nelle condizioni atmosferiche più avverse e che il giardino ammirato con gli occhi di chi lo vede per la prima volta fa riscoprire anche a chi lo cura aspetti e caratteristiche sui quali di solito non ci si sofferma.
Insomma una bella esperienza.
La manifestazione organizzata dalla prof. Valeria Lanini è stata ottima e ci ha consentito di avere tutte le informazioni per tempo.
Mio marito è stato il supporter delle fatiche che hanno caratterizzato tutti i fine settimana nel mese che ha preceduto l’evento. Andrea (mio figlio) ha collaborato con la stesura della mappa del giardino, Colleen (mia nuora) con la realizzazione grafica della brochure e con l’aiuto in cucina a preparare biscotti, sfogliatine, dolcetti. Attilio e Michela (miei cognati) ci hanno aiutato a ricevere gli ospiti. La nonna, oltre a coinvolgere per il giorno dopo un gruppo di amiche che come lei frequentano il Centro Diurno per anziani, si è fatta promotrice nel raccontare gli eventi storici che hanno interessato la tenuta e la casa colonica.
I dolci che si vedono nelle foto sono i dolcetti di ciliegie (ricetta di seguito) e di Torta di Carote già in archivio nel blog.

Continue >>>