Torta di Carote

This post is also available in: English

La torta di carote ha accompagnato tutte le feste dell’infanzia di mio figlio.
Mi sembrava una ricetta sana e genuina da offrire ai compagni che venivano a casa per qualche occasione.
Essendo un dolce privo di creme che mantiene la sua bontà per diversi giorni, era ideale a conciliare il tempo che avevo a disposizione tra famiglia e lavoro. Così appena mi era possibile la preparavo, la tagliavo a cubetti e la sistemavo nei pirottini di carta colorata come se provenisse da qualche famosa pasticceria.
Avevo assaggiato la torta in Svizzera nell’Aragau durante il viaggio di nozze. Mi era piaciuta moltissimo ma per anni non ero riuscita a trovare la ricetta, poi nell’Enciclopedia della Cucina edizione Curcio ho soddisfatto il mio desiderio di conoscenza.
Con mio figlio ormai grande, ho abbandonato questa preparazione.
Poco tempo fa, anche lui in vena di ricordi mi ha chiesto di rifare questo dolce.


TORTA DI CAROTE
Preparazione: 30 minuti | Cottura: 50 minuti

(Per 10 persone)

200 gr. di carote novelle
300 gr. di mandorle macinate con la pellicina
6 uova
120 gr. di farina
200 gr. di zucchero
120 gr. di zucchero a velo
1 limone
2 cucchiai di liquore Kirsch (facoltativo)
carotine di zucchero per decorazione (facoltativo)
Sale

Pulire bene le carotte e grattugiarle sottilmente con la grattugia del parmigiano.
Aggiungere i tuorli, la buccia grattugiata del limone e due cucchiai di succo dello stesso e l’eventuale liquore Kirsch.
Montare gli albumi a neve ben soda con un po’ di sale, aggiungere sempre sbattendo lo zucchero in modo da formare un composto per meringa.
Amalgamare al composto gli albumi con movimenti dal basso verso l’alto setacciando sopra pian piano anche la farina.
Accendere il forno a 180 gradi.
Foderare uno stampo rettangolare 30 cm x 20 cm con carta forno, bagnata e strizzata bene.
Versare sopra il composto livellandolo in modo uniforme.
Introdurre in forno per circa 50 minuti. Prima di toglierla dal forno pungere in profondità il dolce con uno stecchino, se esce pulito, il dolce e cotto altrimenti continuate ancora la cottura per una decina di minuti.
Togliere dal forno il dolce e preparare la glassa.
Versare in una ciotola lo zucchero a velo, aggiungere lentamente il succo rimanente del limone mescolando accuratamente sino a quando si forma una crema. Spalmarla con una spatola sul dolce.
Quando la glassa si è rappresa tagliare il dolce a quadretti e sistemarli nei pirottini di carta.
A piacere decorare con carote di zucchero acquistate pronte.

 

Comments are closed.