Insalata Waldorf Astoria

This post is also available in: English

Questa ricetta rappresenta un pezzo di storia americana. E’ stata creata da Oskar Tschirty, un maitre del lussuoso Hotel Waldorf Astoria di New York, nel 1896. Ebbe subito un grande successo.
Ho assaggiato per la prima volta questo piatto da mio cugino Ricky a Baltimora nel 1979.
Non avevo mai mangiato il sedano rapa crudo e l’abbinamento frutta e verdura non era usuale nella cucina italiana.
Tuttavia sono rimasta molto colpita positivamente da questa mescolanza di sapori.
Dopo qualche anno ho trovato casualmente la ricetta e così ho potuto far assaporare anche ad altri questa piacevole insalata che io ritengo molto adatta per essere servita come antipasto.

INSALATA WALDORF ASTORIA
Preparazione: 30 minuti
(Per 6 persone)

1/2 sedano rapa sbucciato (circa 350 gr.)
2 mele asprigne (granny smith o pink lady)
150 gr. di Emmenthal
125 gr. di gherigli di noce
1 limone

Per la salsa
100 gr. di maionese
3 cucchiai di yogurt bianco naturale
1 cucchiaio di tomato ketchup
Sale e pepe bianco

Per tagliare la frutta e verdura evitando che si ossidi si può utilizzare un coltello di ceramica o rivestito di teflon. Reperibile presso i negozi di casalinghi.

Sbucciare il sedano rapa.
Mettere in una ciotola acqua fredda con il succo di mezzo limone.
Introdurre il sedano  rapa e lasciarlo sino al momento di tagliarlo a bastoncini molto sottili (a fiammifero).
Lavare le mele. Tagliarle con la buccia a bastoncini sottili. In una ciotola raccogliere le mele, il sedano tagliato e irrorare il tutto con il succo di mezzo limone.
Tagliare a fiammifero anche il formaggio, aggiungerlo nella ciotola del sedano e mele con i gherigli di noce spezzettati, mescolare accuratamente.
Amalgamare la maionese con lo yogurt e il cucchiaio di tomato ketchup, se necessario aggiustare di sale e pepe, versare nella ciotola con il sedano e gli altri ingredienti, mescolare accuratamente.
Coprire con un foglio di pellicola e mettere in frigorifero almeno per un’ora.
Preparare delle coppe di vetro individuali. Dividere il composto nelle coppe e decorare con un mezzo gheriglio di noce.
Servire come antipasto.

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.