Alfajores

This post is also available in: English

Gli “Alfajores” sono un piccolo dolce rotondo inventato nel 1948 a Buenos Aires da Demetrio Eliades, Benjamin Sisterna e Luis Sbaraglini.
Essi fondarono la ditta HAVANNA con sede a Mar del Plata (sempre in Argentina).
Havanna deriva da Avana, capitale di Cuba paese di origine dei fondatori.
Noi abbiamo conosciuto per la prima volta questo dolce nel 1974, quando mia zia Giuseppina emigrata in Argentina ritornò per la prima volta nella sua casa natale,
Questo pasticcino, avvolto in una stagnola dorata, è morbido e fragrante con una sottile meringatura che ricopre l’intero biscotto, mentre la crema “dulce de leche” all’interno ti sorprende per sapore e consistenza,
Il dolcetto piacque tantissimo a tutti. Da quel lontano 1974, la zia Giuseppina è ritornata tante volte a farci visita e ogni volta aveva con sé gli alfajores. L’anno scorso per soddisfare fratelli e nipoti ha addirittura ridotto il suo bagaglio al minimo per portare più scatole possibili di questi apprezzatissimi dolci.
La ditta Havanna produce anche altri pasticcini che lei ha sempre provveduto a farci assaggiare ma per tutti il migliore resta l’alfajores bianco con la meringa.
Dieci anni fa sono riuscita con mio marito ad andare a vedere questa fabbrica nei pressi del Mar del Plata. E’ stato molto interessante conoscere il luogo dove vengono prodotti e sentirne la storia.
Anche Colleen è stata coinvolta in questa passione per gli alfajores e quando ha trovato la ricetta negli Stati Uniti ha voluto provarla.
La ricetta che vi presentiamo è stata realizzata da lei.
La crema della farcitura è facile da reperire anche nei nostri supermercati nella sezione dedicata alle marmellate (marmellata di latte).
È opportuno dotarsi di una taglierina rotonda liscia per sagomare la pasta di circa 5 cm

ALFAJORES
Preparazione: 30 minuti + 1 ora in frigo | Cottura: 15 minuti

200 gr. di maizena
150 gr. di farina 00, più un po’ per lavorare la pasta
1 cucchiaino di lievito in polvere
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
125 gr. di burro a temperatura ambiente
80 gr. di zucchero semolato
1/8 di cucchiaino di sale fino
2 grandi tuorli d’uovo
1 cucchiaio di brandy
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
250 gr. di Dulce de Leche a temperatura ambiente
Zucchero a velo per spolverare

Mescolare assieme le farine con il lievito ed il bicarbonato.
In una ciotola lavorare il burro con il sale e lo zucchero fino a che non sarà ben montato.
Aggiungere i tuorli, la vaniglia, il brandy e mescolare ancora.
Incorporare la miscela di farine e appena possibile lavorare con le mani fino a formare una palla. Avvolgerla nella pellicola trasparente e lasciar riposare in frigo per un’ora.
Accendere il forno a 180 gradi.
Togliere dal frigo la pasta e stenderla con un mattarello dopo aver infarinato il piano di lavoro e la pasta stessa ad un’altezza di 1 centimetro.
Con un taglia pasta di cm.5 circa  formare dei dischetti. Ricomporre a palla gli avanzi e procedere a stendere e a tagliare i cerchi .
Foderare la placca del forno con carta da forno, sistemare una parte dei dischi, cuocere per 14/15 minuti nella parte centrale del forno.
Ripetere l’operazione con i rimanenti dischi.
Lasciarli raffreddare.
Comporre quindi il pasticcino mettendo su metà dischi la crema e coprendola con un altro premendo leggermente.
Spolverare infine di zucchero a velo

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.